28 Giu 2016

Il libro di Giugno ” Facciamoci Avanti”, Sheryl Sandberg

Facciamoci  Avanti 


firstloveyourself facciamociavanti

 

Se ti senti ostacolata dalla società nel realizzare il tuo sogno, ti consiglio vivamente questo libro, così potrai vedere tutto da un’altra prospettiva, il libro scorre molto bene, di semplice lettura, con tanti dati e ricerche da approfondir. Ho letto diversi libri questo mese ma quello che mi è piaciuto di più per la semplicità con la quale mi ha spinto a riflettere e, per la quantità di dati contenuti in esso è stato: Facciamoci avanti, Le donne, il lavoro e la voglia di riuscire, di Sheril Sandberg: direttore operativo di Facebook di recente dominata da “Time” una delle 100 donne più influenti al mondo, esamina in questo libro le ragioni del mancato progresso delle donne verso ruoli di leadership, ne spiega le cause di fondo e offre soluzioni semplici e convincenti per aiutarle a realizzare pienamente il loro potenziale. Descrive attraverso la sua personale esperienza il racconto, delle decisioni, degli errori, delle battaglie quotidiane che ha condotto per portare avanti le scelte giuste per sé, per la propria carriera e la propria famiglia. Spiega quali sono i passi necessari per riuscire a conciliare il successo professionale e la realizzazione personale dimostrando una volta per tutte come anche gli uomini abbiano da guadagnare supportando le donne al lavoro e a casa.

Un libro che con ironia e passione, chiama tutte le donne che si sono trovate a dover scegliere tra una promettente carriera e il desiderio di costruire una famiglia a farsi avanti: vivere in modo soddisfacente entrambe le dimensioni è possibile, ma per farlo dobbiamo prima di tutto vincere i nostri pregiudizi. le barriere sociali e culturali ancora esistenti, partendo dai vertici del sistema. Uomini e donne hanno il diritto di poter conciliare carriera in famiglia e maggiore sarà il numero di donne ricoprire posizioni di potere, più facilmente questo traguardo potrà realizzarsi. Lo afferma anche Leymah Gbowee, premio Nobel per la pace, e Alec Ross che sono convinti quanto le donne sia importante avere più donne al potere per il futuro dell’economia.
Questo libro conferma quello che penso io, riguardo agli ostacoli che impediscono alle donne di raggiungere il loro obiettivi e realizzare il loro sogni, che oltre le barriere esterne, erette dalla società, le donne sono ostacolate di barriere interiore, anzi l’80 % sono interne e 20% esterne.

Gli ostacoli interni spesso vengono sottovalutati, anzi la maggior parte delle volte, quasi ignorati. Tante donne sono ancora convinte che se non sono riuscite o non riescono ancora a realizzare il loro sogni sia per colpa dei figli, mariti, o della società, senza rendersi conto che sono proprio le loro insicurezze e incertezze ed essere degli ostacoli importanti.
Per quanto riguarda la società ancora oggi le donne aggressive e determinate violano le regole non scritte di condotta sociale ritenuta accettabile. Mentre gli uomini vengono continuamente applauditi perché sono ambiziosi, potenti e di successo, le donne che presentano queste stesse caratteristiche spesso pagano una penalità a livello sociale. I successi delle donne hanno un costo che non tutte sono disposte a pagare. Diciamo che ci sono delle caratteristiche di genere che rendono le donne più affettuose e gli uomini più assertive, almeno così dicono le ricerche della neuroscienza, e se invece ci fosse una via di mezzo? e se tutto fossi anche una questione di abitudini e di cultura?  E se queste abitudini che ci siamo create negli anni avessero condizionato il nostro cervello?

La considerazione degli individui riguardo a ciò che possono e dovrebbero realizzare deriva in gran parte dalle aspettative della società. Fin dalla nascita, maschi e femmine sono trattati in modo diverso: i genitori tendono a parlare più con le bambine che con i bambini; le madri sottovalutano la capacità di gattonare dei figli e sottostimato quella delle figlie; l’idea che le femmine siano da aiutare più dei maschi spesso induce le madri a confortare e coccolare di più le bambine e a restare a osservare i bambini mentre giocano da soli.
Questo libro mi è stato utile per capire ancora di più me stessa e così poter aiutare le donne che vogliono intraprendere una professione o una attività e allo stesso tempo avere una famiglia a non sentirsi in colpa per amare il lavoro o la sua professione.

Penso che la leadership femminile inizia in casa con i figli, perché come mamme accettiamo i rischi, sfidiamo noi stesse. Una mamma come un leader deve imparare a comunicare efficacemente e per questo occorre la consapevolezza che esiste il mo punto di vista (la mia verità) e il punto di vista di un altro ( la sua verità) Raramente esiste una verità assoluta, quindi coloro che ritengono di dire la verità sono persone che mettono a tacere gli altri.
Questo libro affronta anche il fatto che uno degli ostacoli all’ascesa al potere delle donne siano talvolta le donne che quel potere l’hanno già. Bene è ora di lasciarti alla lettura del libro, altrimenti ti svelo tutte le info e ti tolgo quel pizzico di curiosità che ci spinge a leggere un libro o guardare un film.

 Compra-su-Amazon

In più voglio condividere con te il video di Sheryl al TED TALK, puoi cambiare i sottotitoli andando nelle impostazioni video

Ps: tanti tratti di questo articolo sono stati presi direttamente del libro, ti ricordo che cliccando sul titolo del libro, vai direttamente alla pagina del libro!

Buona lettura

Commenti

Commenti

Focus per imprenditrici illuminate

Se questo articolo ti è piaciuto iscriviti al mio gruppo esclusivo di facebook per identificare , coltivare, curare amorevolmente e moltiplicare quel 20% di pensieri, servizi, attività che funzionano straordinariamente bene e che producono quel 80% di risultati e di valore  che dai al mondo. Ti aspetto in Focus per imprenditrici illuminate